mercoledì 19 dicembre 2012

Che tempo farà il prossimo anno?

Tanti anni fa, quando non esisteva ilmeteo.it e nemmeno le previsioni del tempo in TV, la saggezza contadina aveva elaborato un metodo "quasi" infallibile per sapere come sarebbe stato l'anno successivo.
Potete provare anche voi!
Il conto ha inizio il magico giorno di Santa Lucia, festa cristiana che si intreccia con la festa della Luce, di origini pagane. Questo è il giorno più corto dell'anno, in cui il popolo contadino, sin da tempi remoti, ha aiutato il sole a riaccendersi, a rinvigorirsi, per rendere le giornate più lunghe e permettere l'arrivo del calore primaverile. Ha fatto questo con l'accensione rituale di fuochi, con falò e fiammelle, tradizioni che si ripetono, quasi imperturbabili, fino ai nostri giorni, in molti paesi.

E' legato a questo giorno il proverbio: "De Santa Lucia a Natale non scinde e non sale. De Natale a la Strina crisce lu pede della caddhina", per indicare che le ore di luce stentano ad aumentare da l 13 al 25 dicembre ma poi, dopo Natale, il giorno comincia ad avere la meglio sulla notte.
I dodici giorni da S. Lucia a Natale si caricano, quindi, di un significato magico, che li renderebbe capaci di indicarci le condizioni atmosferiche di ogni singolo mese dell'anno successivo.
Così, il giorno dopo S. Lucia, cioè il 14 dicembre, rappresenterebbe il mese di gennaio;
il 15 dicembre rappresenterebbe febbraio;
il 16 dicembre, invece, sarebbe marzo... E così via fino al 25 dicembre, che coinciderebbe con il mese di dicembre dell'anno successivo.

1 commento:

  1. Te santa Lucia crisce la dia quantu l'ecchiu te la caddhrina mia.

    RispondiElimina